il piano cottura perde gas

Cosa fare se il piano cottura perde gas

Sentire quel tipico odore di gas mentre cucinate e farvi assalire dal panico è un tutt’uno? Ebbene state calmi e scoprirete in questa breve guida cosa fare senza dover ricorrere al tecnico o, addirittura, ai vigili del fuoco!

La prima cosa da fare è spalancare porte e finestre, chiudere il rubinetto del gas (lo riconoscete perché ha un caratteristica manopola gialla e di solito è posto sotto il lavello) ed evitare di accendere fiamme, sigarette o azionare interuttori.

Quando il piano cottura perde gas, una parte dell’esalazione esce comunque da quella presa d’aria presente in tutte le cucine e che, oltretutto, non dovrebbe mai essere ostruita da oggetti o mobiletti.

Il piano cottura perde gas anche quando non lo usate

Se l’odore si gas esce proprio da sopra i fornelli anche quando non utilizzate i fuochi, il problema potrebbe dipendere dal tubo di alimentazione del gas, dalla guarnizione o dal raccordo che potrebbe essersi allentato.

Potete procedere come segue da soli, senza telefonare al tecnico, andando ad agire al di sotto del pianale sul quale è installato il piano cottura e quindi, se sono presenti dei cassetti toglieteli. Potrete trovarvi davanti a:

  • Tubo in acciaio flessibile

Per legge, ma soprattutto per la vostra sicurezza, non deve essere più lungo di un metro e mezzo e non deve essere giuntato con un altro tubo.

Cosa fare:

– miscelate, con dell’acqua, un po’ di detersivo (del tipo che fa molta schiuma) e spargete con un pennello abbondante schiuma sul raccordo del tubo stesso;

– riaprite il rubinetto del gas e controllate se sul raccordo escono delle bollicine, in questo caso avrete individuato la perdita e dovrete solo stringere maggiormente, con una chiave inglese il raccordo, e ripetere il procedimento della schiuma

– se non escono più bollicine il problema è risolto se, invece, il problema continua provate ancora sostituire la guarnizione e poi procedete con la verifica della schiuma

  • Tubo in gomma

Adatto solo per le cucine a libera installazione (nei casi di cucine da incasso è fuori norma e, nel caso, dovrete chiamare un idraulico che provvederà a sostituire anche il rubinetto) deve, per legge, essere sostituito ogni 5 anni dalla data che trovate stampata sul tubo stesso.

Cosa fare: provate a stringere le fascette metalliche con le quali questo tipo di tubo viene collegato e verificate che, sottoponendolo a rotazione, non giri altrimenti va sostituito.

Se, nonostante i vostri interventi, il piano cottura perde gas arrendetevi e chiamate il tecnico: non vale la pena rischiare.

Il piano cottura perde gas solo quando lo usate

Se l’odore di gas si sente solo quando si accende uno dei fuochi e sembra provenire dalla manopola, procedete come segue:

  • sfilate la manopola corrispondente al fornello interessato
  • provate a muovere l’albero del rubinetto e, nel caso ci sia troppo giogo, fate sostituire il pezzo da un tecnico.

 

Vota questo articolo
[Voti: 62 Media: 2.3]